Mobilità sostenibile

Nel territorio Bassanese il tema della mobilità sostenibile è da molti anni un tema prioritario e molto sentito da una parte attiva della popolazione.
L’Amministrazioni comunale di Bassano del Grappa negli ultimi anni ha realizzato diversi interventi e promosso buone pratiche, come il Biciplan comunale, approvato nel 2012; il Tavolo del trasporto pubblico scolastico, avviato nel 2015 e che coinvolge l’Assessore alla Mobilità e l’Assessore alle Politiche dell’Infanzia, delle Giovani Generazioni e dello Sport, i rappresentanti delle scuole superiori bassanesi, dei comitati genitori, della Provincia di Vicenza e di SVT (Società Vicentina Trasporti); i Piedibus attivi in quattro scuole Primarie, dotati tutti di varie linee; le Pedalate cittadine, che dal 2012 rende la città almeno per un giorno “bike friendly”; l’evento di Formazione per i Mobility Manager scolastici del 6 settembre 2016, tenuto a Marostica, in collaborazione con il Comune di Bassano del Grappa; il Festival in Bici “Piano per Bassano”, di cui sono già state svolte due edizioni con molti eventi proposti e molta gente coinvolta (eventi culturali, spettacoli, aggregazione, eventi sportivi, conferenze, mostre fotografiche ecc..), con il parallelo “Compro in Bici”, che prevede sconti per chi fa la spesa in bici nei negozi aderenti del centro di Bassano e nei negozi di vicinato dei quartieri durante la settimana del Festival; la chiusura del traffico per eventi particolari (per il carnevale, per eventi folkloristici o per eventi sportivi vengono chiuse al traffico parti del centro storico o anche zone fuori dal centro, dimostrando la disponibilità in alcuni momenti specifici di dare spazio ad altri tipi di mobilità; nel 2015 per la pedalata cittadina Piano per Bassano è stata chiusa al traffico la più vasta area, dopo l’adunata nazionale degli alpini del 2008).


Tra queste buone pratiche è da segnalare anche il “Green to Go”, che comprende due eventi correlati: il “Green to Work” e il “Green to School”. Al primo, giunto ormai alla quinta edizione, aderiscono una quindicina di Aziende del territorio bassanese, l’Azienda ULSS n. 7 (Bassano – Asiago) e vari Comuni, che invitano i loro dipendenti a recarsi al lavoro in maniera più “green”, in bici, a piedi, con mezzi pubblici o con l’auto condivisa, durante la settimana legata alla mobilità sostenibile. L’obiettivo è quello di promuovere la cultura della mobilità sostenibile; dimostrare che è possibile andare a lavoro facendo una scelta pulita per l’ambiente e soprattutto sana per le persone.
In parallelo, dallo scorso anno è partito anche il “Green to School”, a conclusione di un tavolo di lavoro promosso dall’Amministrazione comunale di Bassano del Grappa, nelle figure dell’Assessore alle Politiche dell’Infanzia, delle Giovani Generazioni e dello Sport Oscar Mazzocchin e del Consigliere comunale delegato alla mobilità ciclo-pedonale Renzo Masolo, a cui hanno partecipato i referenti di tutte le scuole della città, dall’Infanzia alle Superiori, e gli Assessori e i referenti scolastici dei 20 Comuni del territorio bassanese, che si sono tutti impegnati a promuovere le modalità alternative all’auto nel percorso casa-scuola (dai piedi, al servizio Piedibus, ove presente, dalla bicicletta, ai mezzi di trasporto pubblico, e, per chi viene da lontano, all’auto condivisa con più studenti). Lo scorso anno si è vista una partecipazione di 8.500 iscritti, che, oltre ad impegnarsi nello spostarsi in modo “green”, hanno anche prodotto una serie preziosa di lavori di gruppo, video, grafici e pittorici, ed hanno partecipato anche a varie iniziative promosse dalle scuole (come le uscite in bicicletta, le ciclofficine, la Green Marathon…) e dai Comuni (come lo Spettacolo offerto a 600 ragazzi, dai 10 ai 14 anni, sulle tematiche della sicurezza stradale e delle buone pratiche).
La settimana del “Green to Go” rappresenta un’occasione unica per sviluppare il valore della cittadinanza nei nostri studenti, ma anche per sperimentare uno stile di vita ecologico e sano per tutti, in sintonia con quanto riportato anche nella “Carta di Toronto” per l’Attività fisica, che sottolinea l’importanza di mettere in atto quattro azioni fondamentali, basate su nove principi guida, e che invita paesi, regioni, comunità a sollecitare un maggior impegno politico e sociale per valorizzare l’importanza dell’attività fisica e migliorare la salute di tutti.
I benefici sperimentati in questi anni, e che si intende potenziare sono la riduzione del traffico veicolare, la riduzione dell’incidentalità e l’aumento della sicurezza per l’utenza debole, l’attivazione di un processo di collaborazione e sinergia tra Amministrazioni comunali, Aziende e Scuole per la diffusione di stili di vita più attivi e salutari, con la promozione della prevenzione alla salute e la sensibilizzazione e la formazione dei lavoratori, degli isegnanti e degli studenti su queste importanti tematiche legate alla mobilità sostenibile e alle sue positive ricadute.