CAMPIONI DEL MONDO! 1988-2018

Sabato 8 settembre scorso, gli oltre 500 ospiti convenuti da ogni parte d’Italia, hanno vissuto una serata memorabile.
A trent’anni dalla vittoria del loro primo titolo Mondiale, il Museo dell’Automobile Bonfanti-Vimar e la Città di Bassano del Grappa, hanno voluto festeggiare degnamente la fortissima coppia di piloti bassanesi Miki Biasion e Tiziano Siviero, unici italiani capaci di conquistare per ben due volte l’alloro mondiale  
Moderata da Massimo Vallotto, presidente in carica del Museo, e condotta con simpatia e precisione storica sportiva dai giornalisti Ezio Zermiani e Roberto Cristiano Baggio, la dolce serata di fine estate è trascorsa tra mille emozioni nella magica cornice del Teatro all’aperto Tito Gobbi nel cuore medievale della cittadina veneta.  
Dopo i saluti di rito del vicesindaco Roberto Campagnolo e dell’assessore allo sport Oscar Mazzocchin, che ha ricordato l’attribuzione alla Città di Bassano del titolo di Città Europea dello Sport 2018, ha preso la parola Luigi Lucky Battistolli.   
Nella sua duplice veste, di ex compagno di gare negli anni ’80 di Biasion-Siviero e di attuale presidente dell’AC Vicenza, patrocinatore dell’evento e partner del Museo sino dalla sua nascita avvenuta ben 27 anni fa, ha ricordato l’importanza di completare la realizzazione del costruendo Polo Museale Culturale Santa Chiara, nel centro Storico della Città, dove troverà ampia e moderna sede anche il Museo dell’Automobile. Istituzione vocata a valorizzare, esporre e tramandare l’enorme e prezioso patrimonio storico-sportivo di cui la coppia Basion-Siviero, con le loro epiche imprese, sono la punta di diamante.  
Inatteso e spettacolare l’ingresso dei Campioni che sono arrivati fino sotto al palco con la Delta Integrale dell’88, in moto tra fumi e led blu e rossi, mentre sul maxi schermo andava un filmato dei Queen dell’epoca che cantavano We Are The Champions, a tutto volume.
Pubblico in visibilio e qualche lacrima malcelata…
Prima d’iniziare il racconto dei dieci anni di gare, 1979-1988 che, dal debutto hanno portato i due Campioni al titolo mondiale, i rappresentanti della pubblica amministrazione bassanese hanno donato due opere uniche realizzate dall’artista Fabio Bajo Baggio per l’occasione. Due grandi piatti in ceramica, tradizione del territorio, interpretati con la cifra stilistica contemporanea dall’autore.  
 
La serata è volata letteralmente tra ricordi e mille aneddoti che hanno stregato il pubblico. Alla fine, una interminabile fila di persone che chiedevano una foto o gli autografi su libri, modellini delle loro vetture e oggetti di memorabilia. Ennesima riprova, se mai ce ne dovesse essere ancora bisogno, di quanto amati siano ancora Biasion e Siviero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *